La Curcuma (Curcuma Longa) è una pianta usata da più di 2000 anni come colorante, come spezia (tipica dei paesi asiatici) e come rimedio per via delle sue numerose proprietà curative.
Il principio attivo più importante è la curcumina e studi scientifici hanno dimostrato tutte le sue proprietà benefiche tramandate dalle medicine orientali.
Deve la sua notorietà alla tradizione ayurvedica ripresa, successivamente, dalla medicina tradizionale cinese e, in tempi moderni, dalla attuale fitoterapia.
Si trova comunemente come spezia ad uso alimentare, come integratore ed anche come farmaco (fitoterapico).
turmeric-3251560_1920
È giusto sottolineare che l’efficacia della curcuma e l’assenza di effetti collaterali sono note e assodate anche grazie ai tantissimi studi scientifici prodotti in questi anni.
È conosciuta per avere potenti effetti antiossidanti, antinfiammatori, antimicrobici, ma anche effetti digestivi, cicatrizzanti, gastroprotettivi e immunomodulanti. Più recentemente, si sono messi in luce i suoi effetti come coadiuvante nelle terapie per il diabete di tipo 2 e di alcuni tipi di tumore.
Tuttavia, i fitoterapici, così come gli omeopatici ed omotossicologici, sono farmaci a tutti gli effetti e, in quanto tali, ancorché privi di effetti collaterali, hanno limiti posologici e possono avere controindicazioni d’uso per patologie in essere o terapie farmacologiche in corso. Parlando di curcuma, ad esempio, essa è nota anche per il suo effetto epatoprotettore, grazie alla sua attività antiossidante, e di stimolazione della produzione e secrezione di sali e acidi biliari. Ciò nonostante, il suo uso è da evitare in presenza di patologie biliari, come calcolosi oppure infiammazione dei dotti biliari (colangiti).
Per queste ragione vanno sempre evitate le cure “fai-da-te”, trovate in internet o su suggerimento per passaparola. Solo il medico, attraverso un’accurata visita e un’attenta anamnesi, sarà in grado di formulare il corretto piano terapeutico compatibile con lo stato generale di salute e con le patologie in corso.
La Curcuma, quindi, trova largo e proficuo impiego terapeutico con evidenti benefici per i pazienti, alla sola condizione, però, che venga assunta sotto stretto controllo medico.


Dott. Alessandro Loprete
Medico Chirurgo
Esperto in Omeopatia, Omotossicologia, Fitoterapia e Medicina Integrata


Per fissare una visita: tel. 3478488305