La sollecitazione muscolare degli atleti durante la prestazione sportiva è spesso causa di lesioni, non solo nello sport agonistico ma anche nello sport scolare ed in quello praticato nel tempo libero.

Condizione imprescindibile nell’assistere gli atleti, per ottenere risultati soddisfacenti e duraturi, è una stretta collaborazione tra medico sportivo, massofisioterapista e allenatore.

Il Massaggio Sportivo è un insieme di manualità atte a mantenere in equilibrio l’apparato
muscolo-scheletrico, per non incorrere in situazioni traumatiche e patologiche.

Il massaggio sportivo si divide in:

  • massaggio in allenamento
  • massaggio pre-gara
  • massaggio infra-gara
  • massaggio post-gara

Massaggio in allenamento
Deve preparare il fisico al raggiungimento di prestazioni d’alto livello liberando il corpo da contratture e affaticamentiche potrebbero causare fenomeni traumatici.
Si inizia con un dosaggio leggero per poi agire con più energia in modo tale da abituare l’organismo ad un massaggio più forte e profondo se l’atleta non partecipa ad una gara il giorno seguente.
Avvicinandosi alla data della prestazione il massaggio deve assumere delle caratteristiche differenti

Massaggio pre-gara(un ora prima della gara)
Prevede manualità veloci e leggere con lo scopo di aumentare l’elasticità e la vascolarizzazione muscolare.
Spesso in questa fase si usano prodotti che aumentano l’iperemia per facilitare il riscaldamento muscolare; per un maggior effetto l’atleta, terminato il massaggio, si riscalderà in maniera attiva.

Massaggio infra-gara
Viene eseguito nelle pratiche sportive che prevedono un intervallo (es. tra primo e secondo tempo).
Non è una via di mezzo tra il massaggio pre e post gara ma una scelta di manualità specifiche per il tipo d’atleta e per quel particolare gesto tecnico nello sport praticato.

Massaggio post-gara
Si intende un massaggio eseguito dopo un duro allenamento o una gara. È fondato sul presupposto che i prodotti catabolismi del ricambio non vadano a depositarsi nei tessuti subito dopo la prestazione fisiche si cerca possibilmente di favorirne l’eliminazione.
Ha tre obiettivi principali:

  • drenare
  • defaticare
  • mio-rilassare.

Dopo questa fase di iperemia generale, per enfatizzare il recupero, è consigliabile un abbassamento della temperatura corporea con creme rinfrescanti o docce fresche.