Cos’è
La psicomotricità è una forma d’intervento riabilitativo che mira a riorganizzare il giusto equilibrio tra le funzioni motorie, neuropsicomotorie, affettive, cognitive e neuropsicologiche, tramite l’utilizzazione privilegiata dell’attività motoria.
Utilizzando schemi e progetti neuromotori come atti mentali e come strumenti cognitivi e metacognitivi.

Gli obiettivi
Gli obiettivi che si prefigge sono:

  • Investimento sensomotorio dello spazio e del tempo, attraverso il quale il bambino impara a conoscere ciò che lo circonda
  • Integrazione dello schema corporeo: conoscere il proprio corpo e i concetti spazio-temporali che lo mettono in relazione con l’ambiente esterno (davanti/dietro, sopra/sotto, dentro/fuori…)
  • Formazione di una “immagine di sé”, una rappresentazione mentale del proprio corpo che ne facilita un suo utilizzo finalizzato e funzionale.
  • Favorire il processo relazionale di condivisione dello spazio e del tempo e di socializzazione sia con altri bambini che con l’adulto.
  • Riconoscimento dei diversi ruoli all’interno di uno stesso ambiente.

A chi è utile?
Gli obiettivi che si prefigge sono:

  • A tutti i bambini sopra i 3 anni che vogliono imparare a conoscere e vivere meglio il proprio corpo
  • A bambini con problematiche relazionali
  • A bambini con ritardo dello sviluppo psicomotorio
  • A bambini con disturbi dello schema corporeo
  • A bambini con “goffaggine”.